tampone

Il tampone nasofaringeo può raggiungere il cervello?

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn

È trascorso quasi un anno da quando in Cina, nella provincia di Wuhan, è stato eseguito il primo tampone di positività al nuovo coronavirus, oggi identificato come SARS-CoV-2, responsabile dell’attuale pandemia.

Si tratta della terza ricaduta documentata di un coronavirus animale sull’uomo in soli due decenni che in brevissimo tempo ha messo in ginocchio il mondo intero.[1]

Pertanto, si è reso necessario cercare rapidamente strumenti in grado di rilevare la presenza del virus nella popolazione sia come strategia di mitigazione della salute pubblica sia per tracciare e isolare gli individui malati.

Sin da subito la comunità scientifica si è adoperata per mettere a punto test di laboratorio efficaci in grado di rilevare la presenza del virus nella popolazione a seconda dei diversi contesti e al fine di un uso razionale e sostenibile.

Tipologie di test di laboratorio per la ricerca di SARS-CoV-2

Oggi è possibile rilevare in un soggetto la presenza del virus attraverso tre indagini di laboratorio:[2]

Test molecolare mediante tampone nasofaringeo

Il test molecolare, comunemente noto come tampone molecolare, è il gold standard nella diagnosi di SARS-CoV-2.

A causa della complessità della metodica, la rilevazione di SARS-CoV-2 viene eseguita esclusivamente in laboratori specializzati con operatori esperti.

L’indagine si basa su una metodica altamente sofisticata di biologia molecolare (rt-Real Time PCR) in grado di amplificare il materiale genetico (RNA) del virus e contemporaneamente di quantificarlo nel campione biologico rappresentato dalle secrezioni respiratorie. [3]

Le tempistiche dei risultati variano da un minimo di 3-5 ore fino a 1-2 giorni in situazioni organizzative e logistiche sfavorevoli.[4]

La sede anatomica d’elezione per la ricerca del materiale biologico è il rinofaringe, ovvero la porzione superiore della faringe, là dove è più probabile reperire cellule infette.[5]

Test antigenico mediante tampone nasofaringeo

Il test antigenico, noto anche come tampone rapido o tampone antigenico, costituisce uno strumento utile nelle indagini di screening per la ricerca di SARS-CoV-2.

Ha il vantaggio di fornire il risultato in tempi celeri (15-30 minuti) con metodiche di analisi semplici.

A differenza dei test molecolari, però, i test antigenici rilevano la presenza del virus non tramite il suo acido nucleico (RNA), ma tramite le sue proteine (antigeni).

Per questo motivo, i tamponi antigenici rispecchiano una sensibilità minore rispetto al tampone molecolare.

Test sierologico mediante prelievo venoso/capillare

Il test sierologico rileva, attraverso il prelievo di sangue venoso o capillare, la presenza di anticorpi specifici prodotti in risposta ad una pregressa esposizione al SARS-CoV-2.

È un test di tipo indiretto, cioè rileva la presenza di anticorpi specifici (IgG/IgM) che indicano una infezione pregressa o in atto, come già trattato in un precedente articolo.

Come si effettua il tampone nasofaringeo?

L’esecuzione di una corretta procedura con tampone nasofaringeo è essenziale nello screening dell’infezione da COVID-19[6] Come si apprezza dalla Figura 1, il tampone viene inserito all’interno della narice orientandolo verso il rinofaringe; raggiunto il rinofaringe il tampone verrà fatto ruotare delicatamente per qualche secondo in modo da prelevare un adeguato numero di cellule; a questo punto il tampone verrà estratto e lavorato secondo le linee guida.[7] [8]

Data la carenza globale di tamponi nasofaringei tipicamente utilizzati per il rilevamento del virus respiratorio, sono stati valutati metodi di raccolta alternativi durante la pandemia da COVID-19.[9]

Uno studio ha dimostrato che un tampone nasale e orofaringeo combinato è un’alternativa adeguata ai tamponi rinofaringei per la rilevazione di SARS-CoV-2, sebbene il tampone nasofaringeo abbia dimostrato una carica virale più elevata rispetto al tampone orofaringeo.[10]

tampone rinofaringeo

Figura 1 – Tampone rinofaringeo

Quali sono i rischi per la salute legati al tampone nasofaringeo?

Il tampone nasofaringeo rappresenta oggi il mezzo diagnostico più semplice e al tempo stesso di maggiore attendibilità per la ricerca del SARS-CoV-2 a livello delle secrezioni respiratorie.

Tuttavia, c’è chi ancora manifesta non poche perplessità nel sottoporsi a tale screening diagnostico, temendo rischi per la salute come lesioni a carico delle strutture nasali o, peggio ancora, delle strutture cerebrali.

Fake News Alarm!

Attraverso il tampone nasofaringeo non è possibile in alcun modo lesionare le strutture encefaliche, in quanto tra la rinofaringe e l’encefalo è presente l’osso etmoide che impedisce qualunque tipo di passaggio.[11]

In generale, la procedura dura pochissimi secondi e quasi sempre è accompagnata soltanto da un leggero fastidio. Talvolta, invece, poco dopo il prelievo possono presentarsi lacrimazione, tosse, in alcuni casi rinorrea (perdita di sangue dal naso).

Conclusioni

Il tampone nasofaringeo appare una procedura semplice e veloce, tuttavia un prelievo nasofaringeo inappropriato, eseguito da operatori non addestrati e in strutture non adeguate, può essere una causa rilevante di risultati falsi negativi con un chiaro impatto negativo sullo sforzo di controllo dell’epidemia.[12]


  • Fonti:

[1] Coronaviridae Study Group of the International Committee on Taxonomy of Viruses. The species Severe acute respiratory syndrome-related coronavirus: classifying 2019-nCoV and naming it SARS-CoV-2. Nat Microbiol. 2020 Apr;5(4):536-544. doi: 10.1038/s41564-020-0695-z. Epub 2020 Mar 2. PMID: 32123347; PMCID: PMC7095448.
[2] Ministero della Salute – Istituto Superiore di Sanità. Interim Technical note. Laboratory testing for SARS-CoV-2 and their use in public health. Updated on October 23, 2020. III, 10 p.
[3] G. Karp, Biologia cellulare e molecolare. V/2015. ISBN 9788879598637.
[4] Ministero della salute. Pandemia di COVID-19 – Aggiornamento delle indicazioni sui test diagnostici e sui criteri da adottare nella determinazione delle priorità. Aggiornamento delle indicazioni relative alla diagnosi di laboratorio (0011715-03/04/2020). Roma: Ministero della Salute; 2020.
[5] Patel R, Babady E, Theel ES, et al. Report from the American Society for Microbiology COVID ‐ 19 international summit, March 23, 2020: value of diagnostic testing for SARS ‐ CoV ‐ 2 / COVID ‐ 19 . mBio. 2020; 11 ( 2 ): 00722-00720.
[6] Petruzzi G, De Virgilio A, Pichi B, Mazzola F, Zocchi J, Mercante G, Spriano G, Pellini R. COVID-19: Nasal and oropharyngeal swab. Head Neck. 2020 Jun;42(6):1303-1304. doi: 10.1002/hed.26212. Epub 2020 Apr 30. PMID: 32352180; PMCID: PMC7267300.
[7] Gruppo di Lavoro ISS Diagnostica e sorveglianza microbiologica COVID-19: aspetti di analisi molecolare e sierologica. Raccomandazioni per il corretto prelievo, conservazione e analisi sul tampone oro/rino-faringeo per la diagnosi di COVID-19. Rapporto ISS COVID-19 • n. 11/2020 Rev.
[8] Di Maio P, Iocca O, Cavallero A, Giudice M. Performing the nasopharyngeal and oropharyngeal swab for 2019-novel coronavirus (SARS-CoV-2) safely: How to dress, undress, and technical notes. Head Neck. 2020 Jul;42(7):1548-1551. doi: 10.1002/hed.26230. Epub 2020 May 8. PMID: 32357377; PMCID: PMC7267608.
[9] LeBlanc JJ, Heinstein C, MacDonald J, Pettipas J, Hatchette TF, Patriquin G. A combined oropharyngeal/nares swab is a suitable alternative to nasopharyngeal swabs for the detection of SARS-CoV-2. J Clin Virol. 2020 Jul;128:104442. doi: 10.1016/j.jcv.2020.104442. Epub 2020 May 16. PMID: 32540034; PMCID: PMC7228872.[10] Mawaddah A, Gendeh HS, Lum SG, Marina MB. Upper respiratory tract sampling in COVID-19. Malays J Pathol. 2020 Apr;42(1):23-35. PMID: 32342928.
[11] Anastasi G. Trattato di Anatomia Umana. Edi-Ermes. Quarta Edizione. Vol. 1. ISBN 9788870514285.
[12] Piras A, Rizzo D, Longoni E, Turra N, Urru S, Saba PP, Musumano L, Bussu F. Nasopharyngeal swab collection in the suspicion of Covid-19. Am J Otolaryngol. 2020 Sep-Oct;41(5):102551. doi: 10.1016/j.amjoto.2020.102551. Epub 2020 May 27. PMID: 32487335; PMCID: PMC7255165.

0 0 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments